Passo Xomo (VI)
Località
17-18/06/2017
Periodo
3/5
Difficoltà
+8
Età

Passicreativi propone due giorni di trekking densi di emozioni al cospetto della Storia, accompagnandovi lungo la Strada delle 52 Gallerie al Pasubio. Grandiosi panorami immersi nel cuore delle Piccole Dolomiti ci accompagneranno nella salita verso il confortevole Rifugio Achille Papa, dove giungeremo dopo aver percorso interamente la Strada. Dopo una gustosa cena a base di piatti tradizionali la luce della luna rischiarerà il nostro cammino lungo le bianchissime rocce che ci separano da Cima Palon, massima elevazione del Monte Pasubio. Il giorno dopo saliremo al Soglio dell’Incudine, dove sono ancora visibili trincee e camminamenti della Prima Guerra Mondiale, concludendo la nostra avventura al Passo Pian delle Fugazze.

Due giorni intensi, un percorso escursionistico medio (Em) di grande impatto, tanto per la bellezza naturalistica quanto per i luoghi densi di Storia che vengono attraversati.

LUOGO PARTENZAPasso Xomo (VI) nei pressi del Rifugio Passo Xomo
ORA PARTENZASabato 17/06/17 ritrovo ore 9.30. Benvenuto, sosta bar per chi vuole, quindi tutti insieme ci spostiamo in fondo alla strada dove  lasciamo le auto e iniziamo la nostra avventura. Ritorno a Passo Xomo con navetta domenica 18/06/2017 previsto indicativamente per le ore 17
LA QUOTA INCLUDE
Due giorni di accompagnamento con Mirko Sesso, Guida Ambientale Escursionistica
  Assicurazione della guida
LA QUOTA NON INCLUDE
Mezza Pensione al Rifugio Papa, da corrispondere ai gestori. Soci CAI: € 45 adulti, € 40 under 18. Non soci CAI: € 55 adulti, € 45 under 18.
Spese di trasporto. In caso di partecipanti provenienti dalla stessa città, Passicreativi organizzerà ove possibile il car sharing.
Tutto quanto non indicato in “la quota include”.

 

Per motivi organizzativi (necessario riservare posti in Rifugio) si consiglia di prenotarsi entro il 4 giugno 2017

1

Sabato 17 giugno 2017

Partiremo dall’inizio della Strada in località Bocchetta Campiglia (1216 mt), cammineremo su un percorso escursionistico medio (Em) lungo 6,5 km entrando ed uscendo dalle cinquantadue gallerie scavate nella roccia. Percorso arioso e con panorami mozzafiato, ci porterà passo dopo passo sempre più in alto fino a giungere al confortevole Rifugio Achille Papa ( 1928 m) dove ci sistemeremo per la notte. Dopo una gustosa cena a base di piatti locali, la Luna rischierà il nostro (breve!) cammino tra rocce bianchissime fino a Cima Palon (2232 m), massima elevazione del Pasubio e Zona Sacra alla memoria del caduti della Prima Guerra Mondiale. Qui potremo soffermarci e leggere una lettera di un Alpino di stanza proprio qui durante la Grande Guerra. Ridiscesi in Rifugio potremo dormire in accoglienti camere, cullati dal Silenzio della Montagna.

Dislivello della giornata: +800 m (+200 dopo cena)   Tempo di cammino: 5 ore 

2

Domenica 18 giugno 2017

Sveglia rilassata, colazione con calma quindi saliremo al Soglio dell’Incudine,  cima che prende il nome dalla forma che sembra avere osservandola dalla Vallarsa. Anche qui il ricordo del conflitto mondiale è tenuto vivo dalle trincee e dai camminamenti ancora ben visibili. Ad ingentilire le rocce penseranno le stelle alpine, che potremo ammirare (ma NON toccare!! 🙂 ). Dalla cima scenderemo per un bel sentiero, mentre la nostra vista spazia per meravigliose cime tutto intorno a noi come l’Adamello. Ci addentreremo per una fresca valletta boscosa fino ad arrivare a Passo Pian delle Fugazze, dove un servizio navetta ci riporterà al punto in cui avevamo lasciato le auto.

Dislivello della giornata: +200mt, -1000mt   Tempo di cammino: 5 ore  

Il percorso di questi due giorni è escursionistico medio (Em).

Si consiglia di utilizzare uno zaino con spallacci ergonomici e cintura per scaricare il peso sul bacino.
Una volta riempito (utilizzando sacchetti in plastica per contenere soprattutto i vestiti e proteggerli ulteriormente da pioggia/umidità), lo zaino non dovrebbe pesare più del 15/20% del peso di chi lo indossa 😉

Abbigliamento: 

  • scarponi con suola Vibram (o simile, ma scolpita) e tomaia in Goretex (o simile, ma traspirante e isolante).  Si può preferire una scarpa alta che protegge maggiormente la caviglia o una più bassa che sia però in ogni caso con suola e tomaia adatta a percorsi escursionistici
  • giaccavento (meglio quelle leggere impermeabili, ma traspiranti e antivento, il cosiddetto “guscio” in Goretex)
  • cuffia in lana o pile
  • guanti in in pile o lana cotta
  • un pile leggero e un pile pesante
  • due t-shirt leggere e due maglie intime
  • pantaloni lunghi
  • un paio di calze da trekking di ricambio
  • indumenti caldi per la notte

Attrezzatura:

  • 1 borraccia per l’acqua (da 1lt)
  • pranzo al sacco per sabato e domenica. 
  • saccolenzuolo per il pernottamento in Rifugio obbligatorio. Chi ne fosse sprovvisto lo può acquistare presso il Rifugio
  • coprizaino per pioggia
  • fischietto da tenere sempre al collo, in caso di necessità il suo fischio si ode molto più lontano di qualsiasi urlo umano 😉
  • pila, meglio frontale, con batterie di riserva
  • bacchette o bastoncini telescopici, non obbligatori, ma aiutano a ridurre l’affaticamento delle articolazioni soprattutto in discesa
  • mini kit pronto soccorso con farmaci personali, le nostre Guide hanno sempre pronto soccorso per gruppo, ma ogni partecipante è meglio porti quanto gli serve in ambito medico
  • coltellino multiuso

Recensioni del viaggio

Ancora nessuna recensione.

Scrivi una Recensione

Valutazione