Borno(BS) Val Camonica
Località
21-22/10/2017
Periodo
3/5
Difficoltà
8+
Età

Due giorni di montagna nella bassa Val Camonica in cui farsi accarezzare dai larici dorati dall’autunno, immersi nella natura profumata di resina ai piedi del dolomitico Pizzo Camino.
Cammineremo lungo sentieri poco frequentati circondati da boschi cedui e grandi prati dove l’uomo ancora lavora, respirando pace e bellezza, provando nuove emozioni e rilassandoci praticando yoga. Nella splendida e selvaggia Conca di Varicla raggiungeremo il piccolo Rifugio Laeng che aprirà solo per noi, permettendoci di godere atmosfere magiche e intime, assaporando una cena semplice, ma gustosa. Il giorno dopo attraverseremo la vallata in costa fino al Rifugio San Fermo in uno dei posti più panoramici di tutta la vallata, dove lo sguardo arriverà ad ammirare la Riserva Naturale dei Boschi del Giovetto. Un percorso escursionistico medio(Em) da non perdere, accessibile a tutti gli adulti, con la possibilità per le famiglie di portare i bambini dagli otto anni, cui saranno dedicati laboratori creativi in natura.

LUOGO PARTENZABorno (BS), entrando in paese nel parcheggio dell’Albergo Ristorante Belvedere, di fronte al distributore carburante IP.
ORA PARTENZASabato 21/10/17 ritrovo ore 8.30. Benvenuto, quindi tutti insieme ci spostiamo nei pressi della Chiesa di S. Fiorino dove  lasciamo le auto e in pochi minuti raggiungiamo a piedi Navertino dove, dopo una breve pausa al bar, inizieremo la nostra avventura. Ritorno a Borno domenica 22/10/2017 previsto per le ore 17.30
LA QUOTA INCLUDE
Due giorni di accompagnamento con Aldo Daghetta, Guida Ambientale EscursionisticaRiscaldamento muscolare e stretching defaticante
Laboratori creativi per bambini e ragazzi condotti dall’insegnante Roberta CalizziPosizioni base di Green Yoga con Roberta Calizzi
LA QUOTA NON INCLUDE
Mezza pensione (pernottamento, cena e colazione) da corrispondere al Rifugio Laeng. Il prezzo è di 32€ a testa per adulto non socio CAI, 28€ adulti soci CAI, 20€ bambini fino a 10 anni. Ogni partecipante può saldare direttamente la propria quota presso il Rifugio sabato.
Spese di trasporto. In caso di partecipanti provenienti dalla stessa città, Passicreativi organizzerà ove possibile il car sharing.
Tutto quanto non indicato in “la quota include”.

Per motivi organizzativi (il Rifugio chiede conferma per una apertura ad hoc solo per noi) ed essendo i posti limitati si consiglia di prenotarsi entro il 12 ottobre 2017

1

Sabato 21 ottobre 2017

Lasciata l’auto nei pressi della chiesetta di S.Fiorino (mt. 940), indossati scarponcini e zaino si parte!  Pochi minuti e subito una bella pausa colazione al bar di Navertino dove prenderemo anche l’acqua poichè ne troveremo molto poca lungo il percorso. Un po’ di riscaldamento e iniziamo poi a salire verso il Lago di Lova non seguendo la carrareccia usata da tutti, ma con un bellissimo sentiero alternativo che con ampi tornanti immersi nei boschi ci porterà fino al Lago. Qui attraverseremo un ampio anfiteatro naturale, quindi inizerà la parte più bella e avventurosa dell’escursione costeggiando un torrente cristallino, raggiungendo la Malga di Mignone e poi sempre più su lambendo i confini dell’Altopiano del Sole con un tratto lungo uno spartiacque naturale arriveremo finalmente al Rifugio Laeng (mt. 1765). Questo è un piccolo rifugio gestito dall’Operazione Mato Grosso, un movimento di volontari che dal 1967 lavora in favore delle popolazioni di Brasile, Bolivia, Ecuador e Perù. Tutto il ricavato della gestione di questo rifugio è destinato a progetti solidali in Perù. Salendo avremo la possibilità di ammirare il fenomeno del foliage, siamo infatti nel periodo autunnale e notoremo come i larici mutino il colore dei propri aghi a differenza del pino cembro e mugo che sono sempreverdi. Una volta sistemati in rifugio potremo rilassarci e, per chi vuole, partecipare a una breve sessione di Green Yoga con anche stretching defaticante. Dopo la cena al caldo del rifugio, con cielo sereno potremo vivere la magia di una notte di luna piena ascoltando il sussurro del Pizzo Camino alle nostre spalle.
Dislivello della giornata: +800mt, -60mt   Tempo di cammino: 5 ore 
2

Domenica 22 ottobre 2017

Sveglia e colazione in rifugio, breve momento di riscaldamento muscolare e partenza alla volta del Rifugio San Fermo (mt 1866) lungo un bel percorso in costa ai piedi della catena del Pizzo Camino, della Cima Moren e delle Corna di San Fermo. Avremo la possibilità di attraversare valli nascoste, un tempo luogo di lavoro e vita quotidiana, ma nella Seconda Guerra Mondiale anche teatro di scontri tra partigiani e truppe naziste. Il pranzo al sacco è previsto nei pressi del Rifugio dove potremo divertirci con un laboratorio creativo Passicreativi Lab prima di iniziare la discesa verso Borno, prevista per un sentiero molto panoramico che ci permetterà di compiere un anello completo intorno a tutta la vallata.
Dislivello della giornata: +250mt, -960mt   Tempo di cammino: 4,5 ore  

Il percorso di questi due giorni è escursionistico medio (Em). Bambini solo dagli 8 anni.

Si consiglia di utilizzare uno zaino con spallacci ergonomici e cintura per scaricare il peso sul bacino.
Una volta riempito (utilizzando sacchetti in plastica per contenere soprattutto i vestiti e proteggerli ulteriormente da pioggia/umidità), lo zaino non dovrebbe pesare più del 15/20% del peso di chi lo indossa 😉

Abbigliamento: 

  • scarponi con suola Vibram (o simile, ma scolpita) e tomaia in Goretex (o simile, ma traspirante e isolante).  Si può preferire una scarpa alta che protegge maggiormente la caviglia o una più bassa che sia però in ogni caso con suola e tomaia adatta a percorsi escursionistici
  • giaccavento (meglio quelle leggere impermeabili, ma traspiranti e antivento, il cosiddetto “guscio” in Goretex)
  • cuffia in lana o pile
  • guanti in in pile o lana cotta
  • un pile leggero e un pile pesante
  • due t-shirt leggere e un paio intime (meglio in lana/misto lana)
  • pantaloni lunghi
  • un paio di calze da trekking di ricambio
  • cappello per il sole, meglio con visiera

Attrezzatura:

  • 2 borracce per l’acqua (da 1lt ciascuna)
  • pranzo al sacco per sabato e domenica. Per chi volesse è possibile acquistare presso il Rifugio a 7€ il pranzo pic nic per la domenica
  • saccolenzuolo per il pernottamento in rifugio obbligatorio
  • coprizaino per pioggia
  • fischietto da tenere sempre al collo, in caso di necessità il suo fischio si ode molto più lontano di qualsiasi urlo umano 😉
  • pila
  • bacchette o bastoncini telescopici, non obbligatori, ma aiutano a ridurre l’affaticamento delle articolazioni soprattutto in discesa
  • mini kit pronto soccorso con farmaci personali, le nostre Guide hanno sempre pronto soccorso per gruppo, ma ogni partecipante è meglio porti quanto gli serve in ambito medico
  • coltellino multiuso
Larici autunno_Val Camonica_Passicreativi
Cavalli_Val Camonica_Passicreativi
Foliage Larici_Val Camonica_Passicreativi
Pizzo Camino_Val Camonica_Passicreativi
Rifugio Laeng_Val Camonica_Passicreativi
Gruppo Pizzo Camino_Val Camonica_Passicreativi
Lago di Lova_Val Camonica_Passicreativi
Verso il Rifugio San Fermo_Val Camonica_Passicreativi
Tramonto in Val Camonica_Passicreativi
Rifugio San Fermo_Val Camonica_Passicreativi
Cima Moren_Val Camonica_Passicreativi
Chiesetta Alpini_Moren_Val Camonica_Passicreativi

Recensioni del viaggio

5 in base a 4 recensioni
18 ottobre 2016

Arianna!!!E’ stato bellissimo averti con noi! Le tue parole ci fanno commuovere! Un abbraccio e grazie per essere venuta. Ci vediamo presto su nuovi percorsi 😉

17 ottobre 2016

Passicreativi non propone solo una gita in montagna, ma una vera e propria esperienza da condividere!
Nel weekend in Val Camonica abbiamo avuto l’opportunità di scoprire una zona naturale bella e poco nota, insieme a un gruppo davvero simpatico. Una bellissima pausa rigenerante!

17 ottobre 2016

Grazie Alessandra! Quello che scrivi ci riempie di gioia. Speriamo di ritrovarci presto per nuove avventure 😉 Buoni passi!

17 ottobre 2016

Una bellissima esperienza con Passi creativi.
Le due giornata in val camonica, sono state dense di emozioni, e ricche di spunti sia dal punto di visto naturalistico sia meditativo. L’organizzazione è stata davvero impeccabile e sicuramente torneremo a passeggiare creativamente. Un’esperienza originale ed innovativa quella di passi creativi.
Sami

17 ottobre 2016

siamo felici che sia stato emozionate il tempo trascorso con noi. Alla prossima!!!

26 settembre 2016

Bellissima proposta! Ci vedremo presto sui sentieri 🙂

26 settembre 2016

Grazie Maria! Ti aspettiamo a braccia aperte per passeggiate, yoga e laboratori creativi in natura!

Scrivi una Recensione

Valutazione